Chi sono?

Ciao a Tutti,
Mi presento, mi chiamo Silvia, sono una mamma di un nanetto di 18 mesi; prima del suo arrivo ero quella..figli io? No grazie…ma poi il destino ha voluto che questo piccolo nano dovesse far parte della mia vita e per questo non finirò mai di ringraziarlo!
Il mio cucciolo si chiama Andrea, meglio conosciuto come Attila per gli amici, è nato facendosi sentire per tutta la sala parto dell’ospedale, ha chiarito fin da subito i suoi bisogni…il CONTATTO…si, lui è un bambino ad altissimo contatto, che nei suoi primi 4 mesi di vita pingeva 20 ore al giorno per via delle coliche… si calmava solo in braccio.
Prima di essere mamma sono sempre stata affascinata da quelle donne che per cultura portavano i loro bambini, le ho sempre ammirate e nel mio subconscio ero consapevole che fosse la cosa giusta! Al corso preparto di coppia l’ostetrica ci ha mostrato i supporti per portare e subito il giorno dopo corsi in merceria a comprare l’occorrente per fare una fascia tubolare (tranquille è stata usata solo dalla mucca Carolina, il peluches che si è prestato)…un bel giorno la mia vicina di casa mi suona e passandomi dei vestiti per il nano mi dice “se non ti offendi ti regalo anche qsta fascia elastica, a me ne hanno regalate due e mi hanno salvata..non ci sono le istruzioni però” io felicissima del prezioso dono mi fiondo in internet, trovo il libretto d’istruzioni della mia bellissima fascia e provo, riprovo, riprovo ancora..Andrea effettivamente si calmava subito…wow ho trovato la soluzione (oltre al girare la Lombardia in macchina) bellissimo…ecco sorgere il primo problema..il signorino pesava una tonnellata e dopo 10 metri me lo ritrovavo sulle ginocchia…lo ammetto, mi sono fatta prendere dallo sconforto, ho fatto un paio di consulenze, preso una rigida…altra consulenza, parto bene, ma mi sconforto ancora perché la consulenza è stata fatta un po’ di corsa, non ho ben capito alcuni passaggi…per fortuna ho un marsupio ergonomico (ebbene sì, preso dopo un marsupio non ergonomico, fronte mondo! Tutti sbagliamo no?) porto con quello, è facile, pratico, veloce!
No ma io non voglio rinunciare alla fascia, è una coccola, ha dei benefici per entrambi…m’impunto, cambio consulente e li ho visto la luce!
Lui si addormenta per 2 ore durante la consulenza bello comodo nella FWCC!! Siii ho trovato la mia strada!!
Se prima l’idea di fare la consulente era solo un’idea ora è una certezza!!!
Così dopo 1 anno di ricerche su quale scuola fare o non fare ho scelto la mia…Babywearing School Mammole, dove la mia insegnante (Nicoletta Bressan) è anche la mia consulente, dove siamo di larghe vedute e molto in linea con il portare estero (Germania, Inghilterra…).

Ad oggi continuo a formarmi perché chi sta fermo sui sui passi non va da nessuna parte quindi…ho intrapreso il percorso formativo ClauWi, una scuola tedesca che opera nel settore da ormai più di vent’anni, così sono diventata anche una loro consulente in continuo aggiornamento come la scuola stessa!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi